Quando la burocrazia non si mette…in motorino

La burocrazia aretina deve avere qualche falla, anche grossa, se no non si spiegherebbe un certo lassismo nell’agire.

Parco di Villa Severi, da venerdì alcuni cittadini segnalano alla Polizia Municipale la presenza di carcasse di motorini rubati, a cui sono stati tolti i pezzi, abbandonati in bella mostra sull’erba.

Bambini piccoli ed animali, oltre agli adulti, che correndo e giocando potrebbero ferirsi con i rottami metallici, questo è il pericolo.
Basterebbe questo per attivarsi subito e rimuovere velocemente le carcasse.
Siamo a martedì, 5 giorni dopo le segnalazioni, e i motorini sono ancora buttati li, senza che nessuno sia intervenuto.

Senza doversi o volersi sostituire  a Meri Stella Cornacchini, la gravità è palese, nessuno si è mosso, chi di dovere ha latitato.
Peccato che sono i cittadini a pagare con le tasse questi enti, gli stessi cittadini che devono farlo con puntualità e solerzia.

Non è lo stesso metodo usato da chi con questi soldi deve agire, e non lo fa.
Ci vogliono risposte, e anche rapide, senza menefreghismo, che sempre più attanaglia chi è preposto ad agire.

Il Burattino
Giocatore incallito di verbi e parole, iconoclasta e irrispettoso, non si piega e non si spezza, specialmente quando il gioco si fa duro, egli comincia a giocare. Abituato a prendere botte si difende a colpi di mazza, poliglotta e multietnico, è forse il primo immigrato di Arezzo dalle calde terre dell'Africa.

1 COMMENTO

LASCIA UNA RISPOSTA