L’oroscopo del 2020 di Pietro Aretino

Arezzo nel 2020 entra nell’anno delle elezioni amministrative regionali e comunali.
Ma è anche l’anno in cui forse decollerà l’Arezzo calcio del futuro (quello in serie A…).
C’è poi da coltivare una candidatura come città capitale italiana della cultura (che non se la fila nessuno).

Per le elezioni regionali giocano le loro carte aretini illustri come Ghinelli e Ceccarelli, mentre per le comunali puntano alla poltrona di sindaco Ghinelli e Ceccarelli (che tanto di là ‘un li candidano).

Per quanto concerne l’Arezzo calcio si susseguono voci di nuovi arrivi in società, di stadio ristrutturato, di investimenti importanti.
Speriamo di non volare troppo alto, che le ali son di cera…

La candidatura a capitale italiana della cultura non conta niente, se non un milione di euro che non fanno mai male (se usati bene).
Serve solo a Ghinelli per fare campagna elettorale, come le toppe sugli asfalti.

Ma l’evento clou del 2020 aretino saranno le nozze fra Ghinelli e la ex lady Coca Cola. Non si sa bene quando ci saranno, perché sono state spostate da ottobre a marzo e ora sembra che possano slittare per via della campagna elettorale (non lo sapevano prima, che c’era?).

Forse il vero motivo dei rinvii sarà il contratto che la Marjorie (nome derivato da Margaret) sta facendo preparare ai propri legali per non lasciare nulla al coniuge motociclista e paracadutista in caso di divorzio… Ma siamo tutti in attesa di una cerimonia super fastosa, come si conviene a una riccona americana di tal fatta; e magari a organizzare il tutto sarà Beppe Angiolini, che ormai è come il prezzemolo…

Come dite?
Sticazzi?

Cosa?
Non è un oroscopo?
In effetti non lo è, ma il titolo attira i lettori…

Pietro Aretino
« Qui giace l'Aretin, poeta Tosco, che d'ognun disse mal, fuorché di Cristo, scusandosi col dir: "Non lo conosco"! » (Ironica epigrafe indirizzata all'Aretino da Paolo Giovio[1]) È conosciuto principalmente per alcuni suoi scritti dal contenuto considerato quanto mai licenzioso (almeno per l'epoca), fra cui i conosciutissimi Sonetti lussuriosi. Scrisse anche i Dubbi amorosi e opere di contenuto religioso, tese a farlo apprezzare nell'ambiente cardinalizio che a lungo frequentò.

1 COMMENTO

LASCIA UNA RISPOSTA