Tempo libero di Arezzo: luci, ombre e …. cumbrugliume

Di qui a qualche giorno sarà pubblicata dal quotidiano Il Sole 24Ore l’annuale classifica della “Qualità della Vita”  nei 107 capoluoghi di provincia italiani.

Nell’attesa sono stati anticipati alcuni indici specifici, che concorreranno a formare la suddetta graduatoria per il 2019 e, come L’Ortica ha fatto qualche giorno fa per l’Indice di Sportività di Arezzo, diamo conto ai nostri lettori di quello relativo al Tempo Libero, che rivela quali siano le città più dinamiche sotto i profili dell’attrazione turistica, dei servizi per lo svago e dell’offerta culturale.

Ebbene, nella classifica finale Arezzo si colloca al 36esimo posto, in discesa di una posizione rispetto al 2018 ed al nono posto in Toscana dopo Firenze (2), Siena (6), Grosseto (7), Livorno (8), Pisa (10), Lucca (15), Massa Carrara (20), Prato (27) e prima unicamente di Pistoia (39), con la connotazione, già osservata per l’Indice di Sportività, che, mentre tutte le altre nostre consorelle migliorano la loro posizione (nel caso di Grosseto + 25 e di Prato + 12), la nostra Città è ferma o regredisce.

Analizzando i singoli indicatori e le relative sottocategorie, si rilevano poche luci e molte ombre:
le prime sono rappresentate dal dato migliore in assoluto, per la verità un po’ a sorpresa, relativo a Mostre ed Esposizioni (ottavi in Italia e primi in Toscana, con 2,5 eventi ogni 1000 abitanti), da quello della Ricettività Alberghiera per numero degli Agriturismi, nella quale siamo all’ottavo posto in Italia, anche se solamente al sesto tra le città toscane ed, infine, dal numero degli Eventi Sportivi, in cui siamo al nono posto in Italia con circa 6 eventi ogni 1000 abitanti (ma, incredibilmente, pure al nono posto in Toscana !) ; le seconde, cioè le ombre scaturite da questa indagine, sono costituite, principalmente, dal dato relativo alla Densità Turistica, calcolata sulle presenze per Kmquadrato (75esimo posto italiano ed ultimo in Toscana), da quello relativo alla Permanenza Media nelle strutture alberghiere (64esimo posto, settimi in Toscana, 2,8 notti), dai Concerti (60esimi ed ultimi in Toscana, con 0,5 eventi ogni 1000 abitanti).
Per quanto attiene agli altri indicatori, ci troviamo, come si dice in dialetto chianino, nel “cumbrugliume“: 53esimo posto per numero degli Esercizi commerciali, noni in Toscana, con 614 tra Ristoranti e Bar ogni centomila abitanti ; al 51esimo e 50esimo posto, ottavi in Toscana, nella Spesa per gli Spettacoli (€ 24,75 pro capite) ed in quella per Cinema e Teatro (€. 13,00 pro capite) ; al 46esimo posto, rispettivamente, settimi e sesti in Toscana, con otto Librerie ogni centomila abitanti e cinquanta spettacoli cinematografici ogni mille abitanti ; infine, 42esimo posto nel Teatro, settimi nella regione, con circa 2 spettacoli teatrali ogni 1000 abitanti.

Non vorremmo avventurarci in avventati pronostici su quale sarà la posizione di Arezzo nella classifica finale del 2019, tuttavia i risultati dei due indici fino ad oggi resi pubblici confermano che la tendenza della nostra Città, a differenza delle altre toscane, non è delle migliori e che sarebbe già tanto, se riuscissimo a conservare, posto più o posto meno, la 35esima posizione raggiunta nel 2018, che, peraltro, era già scesa di 14 posti rispetto all’anno precedente.

Etrusco
Aretino doc, la mia grande aspirazione era quella di diventare giornalista ed invece ho fatto per più di 40 anni tutt'altra professione. In gioventù' ho scritto articoli per giornali umoristici universitari del tipo La Bombarda ed Il Pungiglione ed, in seguito, dopo la laurea, sono stato nello staff di televisioni e radio private aretine. Sono da sempre appassionato di sport, che ho praticato sia a livello semiprofessionistico, sia dilettantistico. Sono un innamorato della Giostra del Saracino, nella quale per alcuni anni ho avuto un certo ruolo. A chi mi dice che ho un brutto carattere, perché troppo polemico, rispondo come diceva il Presidente Pertini che " soltanto chi ha carattere, ha un brutto carattere ". Ho fatto tante cose in vita mia e spero che questa non sia l'ultima.=

LASCIA UNA RISPOSTA