Salvini Granduca di Toscana

No, per favore, è un’ossessione !
Diteci che è uno scherzo di pessimo gusto del Primo Rettore della Fraternita dei Laici od un errore grossolano del Direttore dell’Archivio di Stato di Arezzo !

Diteci quel che vi pare, ma spiegateci perché Salvini viene raffigurato con le sembianze del Granduca di Toscana Cosimo I de’ Medici e viene onorato al Convegno, che si svolgerà quest’oggi ad Arezzo nel cinquecentennario della sua nascita.

Forse con questo ritratto, a guisa di manifesto elettorale, si vuole esortare l’ex Capitano (di sventura), astuto indossatore di divise, tute, felpe e t-shirt varie, a vestirsi ed acconciarsi come il Granduca, per confondere le idee del popolo e giungere al governo della Toscana con quei “pieni poteri” da lui invocati, che Cosimo I ebbe 5 secoli fa.

Davanti a questa malaugurata evenienza possiamo solo augurarci che, per quanti sforzi Salvini possa fare, la mancanza di acume strategico e di capacità politica, dimostrata dalla sua autodestituzione agostana, gli impedisca di assomigliare, non solamente a Cosimo I, ma anche al di lui padre, quel Ludovico di Giovanni de’ Medici, meglio conosciuto come Giovanni dalle (guarda caso !) Bande Nere, grande condottiero e – lui si’, veramente – uno dei più grandi Capitani di ventura.

Etrusco
Aretino doc, la mia grande aspirazione era quella di diventare giornalista ed invece ho fatto per più di 40 anni tutt'altra professione. In gioventù' ho scritto articoli per giornali umoristici universitari del tipo La Bombarda ed Il Pungiglione ed, in seguito, dopo la laurea, sono stato nello staff di televisioni e radio private aretine. Sono da sempre appassionato di sport, che ho praticato sia a livello semiprofessionistico, sia dilettantistico. Sono un innamorato della Giostra del Saracino, nella quale per alcuni anni ho avuto un certo ruolo. A chi mi dice che ho un brutto carattere, perché troppo polemico, rispondo come diceva il Presidente Pertini che " soltanto chi ha carattere, ha un brutto carattere ". Ho fatto tante cose in vita mia e spero che questa non sia l'ultima.=

LASCIA UNA RISPOSTA