Picchia e rapina le vittime, carabinieri arrestano giovane casentinese

Ieri pomeriggio, i Carabinieri della Stazione di Arezzo, in collaborazione con quelli della Sezione Radiomobile del NOR della Compagnia di Arezzo, allertati per due tentate rapine avvenute in rapida successione ai giardini Porcinai e al parco Giotto.

Le vittime, due ventenni, uno di Arezzo e l’altro della provincia di Siena,  avvicinati e minacciati dal rapinatore allo scopo di farsi consegnare il denaro in loro possesso, sono colpiti ripetutamente al volto riportando fratture alle ossa nasali.

I carabinieri si mettono alla ricerca dell’autore la cui descrizione è fornita dagli sfortunati protagonisti .

Non lontano dal parco Giotto, è  fermato il rapinatore, un 26enne del Casentino gravato da precedenti di polizia, ed arrestato per “tentata rapina” e “lesioni personali gravi”.

Al momento del controllo il giovane ha con sè un martelletto frangivetro che presumibilmente può utilizzare per commettere altri reati e, pertanto, è  segnalato in stato di libertà anche per “porto di armi ed oggetti atti ad offendere”.

L’arrestato è attualmente recluso nel carcere aretino a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

LASCIA UNA RISPOSTA