Sindaco: “nessun invito dai magistrati, la mia piena disponibilità ad essere udito”

Inchiesta Coingas, la dichiarazione del sindaco Alessandro Ghinelli:

“Leggo che il mio nome sarebbe associato ad una intercettazione telefonica operata sul cellulare dell’assessore Merelli, ma avendo contatti telefonici quotidiani con i miei assessori, la circostanza non mi stupisce.

D’altra parte non conoscendo il contenuto dell’intercettazione né il contesto nel quale è registrata mi risulta difficile commentarla.

Apprendo anche, dai media regionali, che il mio nome sarebbe iscritto nel registro degli indagati, circostanza che non mi è  significata da alcuno.

Apprendo infine, sempre dalla stampa, che sarò sentito dai magistrati: al momento non ho ricevuto alcun invito in tal senso ma colgo l’occasione per confermare la mia piena disponibilità ad essere udito”.

Ufficio Stampa
Comunicati stampa Amministrazioni, Associazioni, Politici di Arezzo e provincia

LASCIA UNA RISPOSTA