Ad Arezzo vita dura per i malviventi, ma la droga…

Al Pionta han fatto una pesca da 40 pusher e ne hanno trattenuti nella rete 24 (fino a quando?), a San Pietro e Paolo don Ivan ha scacciato un paio di ladri da poco nonostante i suoi 83 anni.

Se si considera la reazione di Fredy Pacini residente in azienda… forse ai malviventi converrà cercarsi piazze più tranquille della nostra città e dei suoi dintorni.

Ma sarà difficile che accada con la droga, che ad Arezzo si smercia proporzionalmente più che a Milano.

In quel settore ci stiamo sostanzialmente difendendo da noi stessi; da quei drogati di alto o basso bordo che infestano Arezzo.
E’ bene saperlo e ribadirlo, ogni volta che ci scagliamo contro chi quella droga procura…

 

Pietro Aretino
« Qui giace l'Aretin, poeta Tosco, che d'ognun disse mal, fuorché di Cristo, scusandosi col dir: "Non lo conosco"! » (Ironica epigrafe indirizzata all'Aretino da Paolo Giovio[1]) È conosciuto principalmente per alcuni suoi scritti dal contenuto considerato quanto mai licenzioso (almeno per l'epoca), fra cui i conosciutissimi Sonetti lussuriosi. Scrisse anche i Dubbi amorosi e opere di contenuto religioso, tese a farlo apprezzare nell'ambiente cardinalizio che a lungo frequentò.

LASCIA UNA RISPOSTA