Davide Pecorelli: “sono stato in una comunità di preti vicino a Medjugorje”

A Davide Pecorelli verrà contestato in Italia, la sostituzione di persona, dai carabinieri di Grosseto e, forse in Albania anche la simulazione di reato, pare abbia rubato ossa in un cimitero.
Gli inquirenti di Tirana approfondiscono la messinscena dell’omicidio che l’imprenditore aveva attuato per depistare sulla sua sparizione, con il ritrovamento di frammenti umani nella sua auto.

L’imprenditore umbro ed ex arbitro dato per morto, Pecorelli si è intrattenuto  con i cronisti dopo essersi presentato in Procura a Perugia, dichiarando che sarebbe stato in una comunità di preti vicino a Medjugorie , “grazie all’aiuto di un sacedote cattolico conosciuto in oltremare, per poi ricomparire naufrago su un gommone noleggiato sotto falsa identità al Giglio, al largo dell’Isola di Montecristo.

“Ho deciso di scomparire perché travolto dai problemi economici,ho commesso dei reati in Albania, di cui parlerà la magistratura con dei risvolti anche tragici”.

“I miei familiari non sapevano dove fossi e il motivo della scomparsa non era certamente incassare il premio dell’assicurazione.

Sono un imprenditore da 30 anni, l’ho sempre avuta, ora voglio andare dai miei figli, l’unica cosa certa è che non rifarò l’imprenditore in Italia”.

Redazione
L’obiettivo de L’Ortica è quello di creare un luogo dove l’informazione non si confonda con i numerosi altri siti di notizie generaliste ma attraverso una satira di qualità ed una provocazione intelligente riesca a creare nel pubblico l’interesse costante a visitarla ed a partecipare anche attivamente. Ad una informazione precisa sugli avvenimenti locali si aggiunge quindi una stimolazione continua alla lettura degli articoli che diventano un passaggio quasi obbligato non solo per i soggetti, pubblici e non, che risultano protagonisti dei pezzi pubblicati ma anche per una larga fetta di pubblico che, stanca di una informazione paludata, ricerca una valida alternativa che la rappresenti in modo intelligente e dinamico.

LASCIA UNA RISPOSTA