Smantellata dalla polizia gang di ladri di liquori pregiati

L’Ufficio Anticrimine del Commissariato di P.S. di Sansepolcro, ha deferito all’Autorità Giudiziaria, con contestuale richiesta della misura della custodia cautelare in carcere, tre cittadini albanesi: B.E. di anni 23, Z.E. di anni 30 e L.A. di anni 46,  pluripregiudicati per reati contro il patrimonio e specializzati nei furti con destrezza all’interno di supermercati.

I poliziotti del Commissariato di Sansepolcro, chiamati ad effettuare due sopralluoghi di furto avvenuti a distanza di due settimane l’uno dall’altro, entrambi perpetrati al medesimo supermercato  biturgense e con lo stesso modus operandi, analizzando i filmati dell’impianto di videosorveglianza, appurano che tutti e due i furti  sono stati realizzati dallo stesso gruppo d’azione.

Dopo avere individuato le auto con le quali tre uomini erano giunti sul posto, intestate a delle società di leasing e sublocate ad una società laziale, i poliziotti biturgensi riescono a risalire ai reali utilizzatori, inoltre, avvalendosi della collaborazione della Polizia Scientifica della Questura di Arezzo, anche comparando i volti dei tre individui responsabili dei due furti con quelli di pregiudicati autori di furti del medesimo tipo.

Dal controllo incrociato dei dati ottenuti emerge, senza alcuna riserva, la responsabilità dei tre albanesi componenti la banda, tutti clandestini sul territorio nazionale e con numerosi precedenti penali specifici, due dei quali già destinatari di provvedimenti di espulsione.

La gang di albanesi in occasione dei furti asportava un consistente numero di bottiglie di superalcolici di pregio e di vini blasonati, dopo avere strappato i dispositivi antitaccheggio e nascosto la refurtiva sotto gli abiti indossati.

Il danno cagionato alla società che gestisce il supermercato è risultato pari ad un migliaio di €uro.

Redazione
L’obiettivo de L’Ortica è quello di creare un luogo dove l’informazione non si confonda con i numerosi altri siti di notizie generaliste ma attraverso una satira di qualità ed una provocazione intelligente riesca a creare nel pubblico l’interesse costante a visitarla ed a partecipare anche attivamente. Ad una informazione precisa sugli avvenimenti locali si aggiunge quindi una stimolazione continua alla lettura degli articoli che diventano un passaggio quasi obbligato non solo per i soggetti, pubblici e non, che risultano protagonisti dei pezzi pubblicati ma anche per una larga fetta di pubblico che, stanca di una informazione paludata, ricerca una valida alternativa che la rappresenti in modo intelligente e dinamico.

LASCIA UNA RISPOSTA