ll tribunale antidoping d’appello assolve il nuotatore cortonese Michele Santucci

Il Tribunale Nazionale Antidoping di appello, ieri sera, ha confermato la squalifica di 4 anni all’ex campione del mondo di nuoto, Filippo Magnini, per tentato uso di sostanze dopanti.
Assolto invece il suo compagno di squadra Michele Santucci.
Passa da 4 a 5 anni lo stop per il fisioterapista Emiliano Farnetani.
I due atleti erano stati condannati nel novembre scorso, Mentre per Magnini è stata confermata la pesantissima sanzione di quattro anni, per Santucci c’è stata l’assoluzione.
Il ricorso è stato accolto.
La motivazione: “E’ evidente che l’atleta abbia desistito dal tentativo”.
Michele Santucci  si è sempre dichiarato innocente.
Il processo sportivo era basato su intercettazioni.
Mai Michele è stato trovato positivo a un controllo antidoping.

Redazione
L’obiettivo de L’Ortica è quello di creare un luogo dove l’informazione non si confonda con i numerosi altri siti di notizie generaliste ma attraverso una satira di qualità ed una provocazione intelligente riesca a creare nel pubblico l’interesse costante a visitarla ed a partecipare anche attivamente. Ad una informazione precisa sugli avvenimenti locali si aggiunge quindi una stimolazione continua alla lettura degli articoli che diventano un passaggio quasi obbligato non solo per i soggetti, pubblici e non, che risultano protagonisti dei pezzi pubblicati ma anche per una larga fetta di pubblico che, stanca di una informazione paludata, ricerca una valida alternativa che la rappresenti in modo intelligente e dinamico.

LASCIA UNA RISPOSTA