“Carne al vado”: il romanzo storico di Massimiliano Morescalchi

E’ uscito il romanzo storico di Massimiliano Morescalchi, “Carne al vado” (Edizioni Il ciliegio) una gran parte del quale è ambientata in Casentino.

Il libro narra la vicenda di un giovane partigiano che combatte nei boschi dal Pratomagno a Quota, e uno degli episodi centrali, che rappresenta l’inizio del suo percorso di combattente per la libertà, è lo storico attentato ai danni di alcuni capi fascisti nel ristorante dell’Hotel Bei di Bibbiena.

A cercarlo, ormai anziano, è una giovane giornalista aretina, Sofia Gallorini, alla ricerca di una storia che le faccia svoltare la piatta carriera.

Nel romanzo si raccontano anche le vicende del noto partigiano Licio Nencetti, della XXIII Brigata Pio Borri, del “Gruppo Casentino”.

Redazione
L’obiettivo de L’Ortica è quello di creare un luogo dove l’informazione non si confonda con i numerosi altri siti di notizie generaliste ma attraverso una satira di qualità ed una provocazione intelligente riesca a creare nel pubblico l’interesse costante a visitarla ed a partecipare anche attivamente. Ad una informazione precisa sugli avvenimenti locali si aggiunge quindi una stimolazione continua alla lettura degli articoli che diventano un passaggio quasi obbligato non solo per i soggetti, pubblici e non, che risultano protagonisti dei pezzi pubblicati ma anche per una larga fetta di pubblico che, stanca di una informazione paludata, ricerca una valida alternativa che la rappresenti in modo intelligente e dinamico.

LASCIA UNA RISPOSTA