Arezzo: tutte le notizie di oggi 5 Febbraio

Ascolta l’audio

 

 

Colpo al Bancomat dell’ufficio postale di Alberoro -Montagnano

Dopo Pratantico, con i ladri in fuga con un bottino  intorno ai 50 mila euro, è stato preso di mira il bancomat dell’ufficio postale di Alberoro Montagnano.
Comincia con il furto da una concessionaria di Pieve al Toppo, di una macchina e di un furgone la scorribanda dei malviventi.
Tentano subito il colpo ad un bancomat del Monte dei Paschi, del paese, cercando di sfondarlo usando l’auto. Ma senza risultato.
Così pochi chilometri più avanti  è la volta del bancomat dell’ufficio postale di Alberoro Montagnano.
I malviventi lo hanno agganciato alla parte posteriore di un furgone che lo ha divelto, portando poi via il denaro contentuo all’interno, sembra circa 15.000 euro.
Indagini sono in corso da parte dei carabinieri.

72enne si ferisce ad una gamba, denunciato per detenzione di arma clandestina

Era stato trasportato in elicottero al pronto soccorso dell’ospedale Santa Maria alle Scotte di Siena per una ferita d’arma da fuoco alla gamba che si era procurato mentre si trovava da solo nella sua casa di Anghiari.
Ai sanitari aveva dichiarato di essersi ferito con una cartuccia da caccia sul cui detonatore aveva incautamente battuto con un martello.
La versione fornita dal pensionato 72enne non ha convinto i carabinieri della Stazione di Anghiari che dopo qualche giorno sono andati a fargli visita nella sua abitazione: attraverso una perquisizione i Carabinieri hanno rinvenuto  una pistola artigianale che l’uomo si era costruito da sé.
Il pensionato si era ferito nel tentativo di utilizzare l’arma rudimentale caricandola con una cartuccia da caccia calibro 36 che ne ha fatto esplodere la canna.
Il rudimentale congegno è stato sequestrato dai Carabinieri che hanno denunciato l’anziano per detenzione illegale di arma clandestina.

 

Spacciava a domicilio, arrestato 64enne

Nel pomeriggio del 3 febbraio gli uomini della Squadra Mobile hanno arrestato un italiano di 64 anni, A.C. sorpreso a spacciare stupefacenti all’interno della propria abitazione, vicino a Porta San Lorentino.
Negli ultimi giorni gli agenti avevano notato un strano andirivieni dal portone della sua abitazione.
Nel pomeriggio dello stesso giorno è stato pertanto organizzato un servizio di osservazione.
L’attività ha permesso di appurare due cessioni di eroina e cocaina ad altrettanti soggetti che venivano successivamente segnalati .
Scattata la perquisizione nell’appartamento all’interno del quale venivano rinvenute dosi di eroina, cocaina e hashish, già confezionate e pronte per essere vendute, materiale utile al confezionamento e un bilancino di precisione.

De Robertis (Pd): “Dalla Regione nuovi contributi per i centri commerciali naturali

“In provincia di Arezzo  arrivano quasi ventimila euro nel comune di Bibbiena: oltre settemila euro per il progetto del centro commerciale naturale del centro storico e 12.500 euro per la promozione di quello di Bibbiena Stazione”.

 De Robertis : “Dalla Regione 1,3 milioni di euro in provincia di Arezzo per sostenere la frequenza di nidi e materne”

“Per la Toscana  si tratta di oltre 14 milioni, destinati ai comuni con lo scopo prioritario di favorire l’abbattimento delle rette dei nidi comunali .
Le risorse messe a disposizione dei comuni potranno essere da questi utilizzate, anche per estendere l’orario dei servizi comunali alla prima infanzia, o per ridurre le tariffe della scuola dell’infanzia comunale o paritaria privata, o per realizzare nuove attività durante i periodi di sospensione delle attività scolastiche delle scuole dell’infanzia comunali e statali, come i centri estivi.
Un aumento di capitale sociale a due milioni e mezzo per il Menci Group

Il nuovo anno del colosso dei trasporti su strada di Castiglion Fiorentino si è aperto con un deciso investimento da parte dei soci che hanno innalzato la quota del patrimonio versato a disposizione del gruppo (in precedenza fissata a 940.000 euro) e che hanno così stanziato nuove risorse per favorire un ulteriore consolidamento delle sue tre unità produttive.
L’aumento di capitale andrà a favorire la realizzazione di nuovi progetti per sostenerne l’ampliamento dell’attività e per rinforzarne la leadership sul mercato nazionale e la presenza sui mercati esteri.
In quest’ottica, il 2020 del Menci Group sarà caratterizzato da un nuovo investimento per il miglioramento dei suoi stabilimenti, con un piano di interventi di oltre due milioni di euro che saranno orientati soprattutto al potenziamento della sede di Castiglion Fiorentino.

Centri di aggregazione sociale, la replica dell’assessore Tanti al capogruppo del Pd

A oggi sono state firmate ben 10 convenzioni (Quarata, Andromeda, Indicatore, Valcerfone, Tregozzano, Tortaia, Sant’Andrea a Pigli, San Marco, Rigutino, Pionta) sui 22 Cas nel territorio di Arezzo.
Durante questo percorso, con 4 Cas (Fiorentina, Andromeda, Pescaiola, Valcerfone) sono stati sottoscritti accordi per collaborare a mantenere il decoro urbano nei luoghi pubblici limitrofi alle sedi, attraverso le attività dei volontari.
Nel 2018 e nel 2019 è stata organizzata più di un’iniziativa al mese sulla sicurezza degli anziani, sulla salute, sulla prevenzione.
Sono state inaugurate due nuove sedi di Cas a Tortaia e San Marco.
Mi domando quindi come possa il capogruppo del Pd parlare di “visione parziale” dell’amministrazione a questo riguardo.
Gli anziani non devono avere nessun nuovo, decisivo ruolo nella società aretina, come auspica il consigliere, perché in questi cinque anni ce l’hanno sempre avuto”.

Nominato il nuovo Direttore generale di Sei Toscana

Il Consiglio di Amministrazione di Sei Toscana ha nominato Patrizio Ciotti come nuovo Direttore generale della società.
Nato 68 anni fa, ingegnere, Patrizio Ciotti vanta un’esperienza pluriennale nel mondo dei servizi pubblici locali avendo ricoperto ruoli di alta direzione in aziende pubbliche e private, in Italia e all’estero, operanti nei settori dell’igiene ambientale, servizio idrico integrato e distribuzione gas.
Ciotti assumerà l’incarico da marzo. Attualmente è l’Amministratore delegato Marco Mairaghi a ricoprire la carica di Direttore generale così come previsto dallo statuto di Sei Toscana e come deliberato dal Consiglio d’amministrazione della società.

Luciano Ralli (PD): “Vicenda Clouditalia – Irideos – Aruba – sindacati, solo disguidi o mancanza di tavoli istituzionali”?

Tutto ha “viaggiato” sui media a colpi di comunicati stampa.
Non è solo un risvolto sindacale: si tratta di 78 posti di lavoro.
Un’amministrazione comunale non può limitarsi a leggere comunicati stampa e, nei casi gravi, a fare ulteriori comunicati di solidarietà e di preoccupazione.
Il Comune non ha competenze, ma può favorire il dialogo tra le parti sociali quando da questo dialogo possono scaturire benefici per la comunità locale.
Per questo la prossima amministrazione comunale di centrosinistra organizzerà un tavolo permanente su economia e lavoro e attiverà una struttura che si proporrà non come semplice interlocutore burocratico ma come facilitatore per le imprese, soprattutto per quelle interessate a investire in questo territorio.

Alessandro Caneschi (Pd) La Multiservizi non può restare senza guida. Il sindaco provveda immediatamente”

L’amministratore unico si è dimesso ma l’azienda funziona ancora.
O meglio: dovrebbe, visto che la Multiservizi svolge servizi irrinunciabili e in esclusiva. L’annuncio delle dimissioni di Luca Amendola risale al 20 gennaio.
Da allora non si hanno notizie di cosa stia accadendo.
Ghinelli, e questo argomento sarà oggetto di un’interrogazione consiliare, ha il dovere di provvedere immediatamente alla sostituzione dell’amministratore unico. Sia chiaro: i dipendenti lavorano bene ma non si può chiedere loro di restare senza guida.
Sindaco: spiace dirlo ma non può sottrarsi.
Nonostante non sia un momento eccezionale.
Magari un consiglio: nomini pure qualcuno ma con qualche attenzione in più.

LASCIA UNA RISPOSTA