Giuseppe Caso in testa alla classifica del Cavallino d’Oro edizione numero 62

Cutolo, Foglia e Gori sono gli inseguitori per una sfida all’ultimo voto

Dopo le festività natalizie riparte anche il campionato di serie C che vede i giocatori dell’Arezzo protagonisti anche per la conquista del “Cavallino d’Oro”.

Il Quartiere di Porta Santo Spirito nel 1958 con l’allora Rettore Giulio Teoni sull’onda dell’entusiasmo creatosi attorno alla squadra di calcio della città istituì un premio per il giocatore dell’Arezzo che si fosse distinto per il maggiore e il migliore rendimento sia dal lato tecnico che da quello agonistico.

Il Cavallino d’oro viene assegnato al termine della stagione a quel giocatore dell’Arezzo che avrà ottenuto la media voto più alta durante l’arco dell’intera stagione.

Settimanalmente la commissione giudicante composta da Francesco Ciardi, Fabio Barberini e Stefano Turchi, assegna i voti ai giocatori che si sono distinti nella giornata di campionato.

La classica vede in testa Caso con la media voto 6,65 al secondo posto Cutolo 6,59, in terza posizione Foglia 6,57, Gori 6,52 e in quinta posizione Belloni con la media voto di 6,32.

Nella seconda parte del campionato sarà una bellissima sfida tra tutti i giocatori Amaranto quella per conquistare il Cavallino d’Oro edizione numero 62.

 

Ufficio Stampa
Comunicati stampa Amministrazioni, Associazioni, Politici di Arezzo e provincia

LASCIA UNA RISPOSTA