Prende a bastonate una cagnetta, denunciato settantenne

I Carabinieri della stazione di Cavriglia, a conclusione di un’approfondita   indagine, hanno deferito in stato di libertà un settantenne per l’articolo 544 ter del Codice Penale (“Maltrattamento di animali”), un delitto che nel nostro Ordinamento punisce con la reclusione “chiunque, per crudeltà o senza necessità, cagiona una lesione ad un animale ovvero lo sottopone a sevizie”.

Il tutto è iniziato circa una settimana fa, quando i Carabinieri della Stazione di Cavriglia hanno raccolto la denuncia del proprietario di una cagnetta, “Zara”, una cucciola di pastore cecoslovacco di appena 4 mesi, trovata dal proprietario con evidenti segni di violenze.
L’animale  riportava “visibili traumi da percussione, edemi sulla testa e intensa dolorabilità diffusa” – come da certificazione emessa da medico veterinario – e che  data la delicatezza del quadro clinico, era stato posto sotto osservazione, con prognosi riservata.

Ricostruendo l’accaduto, i Carabinieri hanno appurato che, circa una settimana fa, nella prima mattina, la cagnetta era sfuggita alla vigilanza del proprio padrone, e si era introdotta in un terreno limitrofo, ove senza alcuna plausibile ragione, il settantenne armato di bastone, aveva ripetutamente colpito la cucciola di cane lupo cecoslovacco, causandole suddette lesioni.
La cucciola, fortunatamente, era stata poi tempestivamente soccorsa, e opportunamente medicata.

L’operazione arriva esattamente ad un anno di distanza da un’analoga indagine svolta dai Carabinieri della Compagnia di San Giovanni Valdarno.
All’epoca, ad essere denunciato per l’uccisione di una gattina, fu un uomo sui 60 anni, incensurato, di Montevarchi, che aveva attinto con alcuni pallini sparati con una carabina ad aria compressa la gattina di un vicino di casa.
Il colpevole fu denunciato, e gli fu sequestrata la carabina.
Allora, per la bestiola, che si chiamava “Luna” ed era stata adottata solo da poche settimane, non era stato possibile fare nulla.
Oggi, fortunatamente, per la cagnetta “Zara” ci sono buone speranze di un imminente ritorno in forze.

Redazione
L’obiettivo de L’Ortica è quello di creare un luogo dove l’informazione non si confonda con i numerosi altri siti di notizie generaliste ma attraverso una satira di qualità ed una provocazione intelligente riesca a creare nel pubblico l’interesse costante a visitarla ed a partecipare anche attivamente. Ad una informazione precisa sugli avvenimenti locali si aggiunge quindi una stimolazione continua alla lettura degli articoli che diventano un passaggio quasi obbligato non solo per i soggetti, pubblici e non, che risultano protagonisti dei pezzi pubblicati ma anche per una larga fetta di pubblico che, stanca di una informazione paludata, ricerca una valida alternativa che la rappresenti in modo intelligente e dinamico.

1 COMMENTO

LASCIA UNA RISPOSTA