Running su strada: ancora ferme le maratone, riparte l’atletica su pista

Si è riunito in videoconferenza il Consiglio federale, insieme ai presidenti dei Comitati Regionali, per discutere e deliberare sulla ripartenza dell’attività, al sostegno delle società, al nuovo calendario della stagione agonistica.

Per quanto riguarda la quota già stanziata: per il Progetto Qualità e Continuità (oltre 320mila euro) saranno confermate le classifiche 2019, con il 50% dei fondi che verrà distribuito subito; ulteriori 500mila euro saranno ripartiti alle società sulla base dei primi 24 classificati tra gli allievi e gli juniores, i primi 12 tra le promesse, i primi 16 tra gli assoluti, nei rispettivi campionati italiani, e alle prime 36 società classificate ai campionati italiani a squadre.

Il Consiglio federale, ha deliberato il prolungamento della sospensione dell’attività agonistica fino al 14 giugno 2020, ed ha confermato lo schema di calendario 2020.

Campionati Individuali e di Squadra Assoluti (1^ prova) a Padova: 28-29-30 agosto

Campionati Individuali e di Squadra – Festa dell’Endurance (2^ prova) a Modena: 17-18 o 24-25 ottobre

Campionati Individuali e di Squadra Allievi a Rieti: 11-12-13 settembre

Campionati Juniores/Promesse individuali e U23 a Squadre a Grosseto: 18-19-20 settembre

Campionati individuali e per Regioni Cadetti a Forlì: 3-4 ottobre

Campionati Individuali Master ad Arezzo: 9-10-11 ottobre

La Direzione Tecnica sta definendo ulteriori meeting nazionali e regionali in funzione della ripresa dell’attività da parte degli atleti top.

Per quanto riguarda l’attività Master, sia su pista che su strada, per le 10km, le mezze maratona e le maratone non ci sono novità.
Gli organizzatori degli eventi che stanno conferendo con la Fidal, hanno rimandato al 30 giugno ogni tipo di decisione sul protocollo da presentare al Coni e al Ministro Sport Spadafora per poter ripartire in sicurezza con l’attività su strada.
Eventi che tra tasse gare e oltre 150mila tesserati portano nelle casse federali diversi milioni di euro e movimentano in Italia come ‘turismo sportivo’ un indotto di circa 100milioni di euro.

Redazione
L’obiettivo de L’Ortica è quello di creare un luogo dove l’informazione non si confonda con i numerosi altri siti di notizie generaliste ma attraverso una satira di qualità ed una provocazione intelligente riesca a creare nel pubblico l’interesse costante a visitarla ed a partecipare anche attivamente. Ad una informazione precisa sugli avvenimenti locali si aggiunge quindi una stimolazione continua alla lettura degli articoli che diventano un passaggio quasi obbligato non solo per i soggetti, pubblici e non, che risultano protagonisti dei pezzi pubblicati ma anche per una larga fetta di pubblico che, stanca di una informazione paludata, ricerca una valida alternativa che la rappresenti in modo intelligente e dinamico.

LASCIA UNA RISPOSTA