Da un aretino, sul baby boom strombazzato dal sindaco,

Dalla pagina Facebook di Maurizio Bianconi: BABYBOOM AD AREZZO

Ghinelli e Tanti ‘ merito della nostra buona amministrazione’

Ora che e’ arivo el caldo il citto de la mi citta vien quassu e a frescheggiare .

Vien su pe questa via cor un trabicchelo che fa piu’ casino dun disel de quelli del Landini , quande se spingieno fitto per far vire la mechena da battere.
Lo sento quando salta la curva del Badii e atacca la ritta del Trogolo .
Vien su a castigo che par doddici .Quande s’aferma fa scende la su citta .

Qui ‘n dico niente sinnoe quella vecchia de la’ avia a nfamamme .

Lu nveci de piglialla e vire n camporella oggi s’e’ misso quie a zazzichere col compiute e a famme vede’ questo po’ quest’altro che a me nun me mporta manco na sega gnente . Pero’gne dicio si’ col chepo cosi’ lu era contento che pensava che me divertivo , siccome a me quel coso non me riesce manco a aviallo.

Nveci a me meno me rompono i coglioni e meglio sto .

Poi m’ha misso sotto l ‘occhi na facenda da strabilio.

Me ce volsuto un casino a sgavitolare quel che aviono scritto, per via che c’ereno delle cose in lattughese come babiboom che sapio un cazzo quel che vulia dire.

Ma poi il citto della mi citta tutto contento c’avia studiato ,m’ha ditto che vulia dire che le spose avion sgravato de piu’ de l’annata passa .

Ma quello c’avio nteso subbeto era che a Rezzo s’era trombato piu’ a rota libera perche ‘ s’eron guardi ne l’occhi tutti gnudi e s’ eron ditti ,no ‘mur mio ora senti che nane’ o ‘ vie ‘ qua e fa per binino ‘ noe s’eron ditti ‘ com’e’ el Ghinelli ?’‘bravo io lai’ .’allora lo se che ’’gne se danno secche e a rota libera ‘.

La cosa me paria na storia de quelle del Penna o de quel’altro che e’ sempre incazzato . Inveci era vero, io lai.

Quei 10 citti in piu’ eron pe via del Ghinelli e lo dicia anco lu ‘noi se programma e la gente tromba senza manco un pensiero pel capo’
E come ce cridia a sta cazzata lu e anco quella pichinina che gl’aromba sempre
fra i coglioni ,senza manco vergognasse della cazzata
che diciono .
El mi palle, te lo immegini tutti que ragazzotti da lestero , quande son li’ a coso ritto, dopo che gl’han cavo el velo gne dichino ‘ com’e’ il Ghinelli? ‘  loro ‘bravo’ .

E alora giu’ come dare n’terra .
E lo stesimo quelli de qua co la voglia che scappa da l’occhi che fano uguale?
El citto dela mi citta m’ha spiego che ci son le lezioni e sto ghinelli e’ pieno de’mpicci e de casini e un sa ndo ataccasse .
Ah bene, ho ditto, ora ho capito el perche’s’e’ ataccato al cazzo.

Maurizio Bianconi

LASCIA UNA RISPOSTA