In Pakistan la legge che prevede la castrazione degli stupratori seriali

Stupratori seriali castrati in Pakistan dopo il picco di aggressioni sessuali su donne e bambini

È stata approvata una nuova legge che vedrà l’introduzione di sanzioni più severe per gli stupratori seriali in Pakistan a seguito di un enorme picco di aggressioni sessuali su donne e bambini.

La nuova legge vedrà gli stupratori affrontare la castrazione chimica e consentirà condanne più rapide attraverso tribunali speciali e aiuterà a velocizzare i casi di violenza sessuale, con i verdetti che devono essere emessi entro un periodo di quattro mesi.

La castrazione chimica è stata utilizzata per porre fine alla pedofilia in Indonesia dal 2016 e contro gli stupratori in Polonia dal 2006.

Nell’ambito della nuova norma verranno introdotte una serie di misure, come la protezione dell’identità delle vittime e la creazione di un registro nazionale dei reati sessuali.

Redazione
L’obiettivo de L’Ortica è quello di creare un luogo dove l’informazione non si confonda con i numerosi altri siti di notizie generaliste ma attraverso una satira di qualità ed una provocazione intelligente riesca a creare nel pubblico l’interesse costante a visitarla ed a partecipare anche attivamente. Ad una informazione precisa sugli avvenimenti locali si aggiunge quindi una stimolazione continua alla lettura degli articoli che diventano un passaggio quasi obbligato non solo per i soggetti, pubblici e non, che risultano protagonisti dei pezzi pubblicati ma anche per una larga fetta di pubblico che, stanca di una informazione paludata, ricerca una valida alternativa che la rappresenti in modo intelligente e dinamico.

LASCIA UNA RISPOSTA