A Le Ville reclamano per i camion in transito

L’abitanti de Le Ville Monterchi reclameno perché i camion passeno a tutta randa davanti ale loro case e ogni volta gni vibra i muri… Ma quanti sono i posti ‘ndo’ i camion passeno e le tavole balleno mentre se mangia?
Un’infinità.
Se tutti se dovesson lamentare la lista sarebbe talmente lunga che ‘n servirebbe a niente.

Il primato, se ce fosse un campionato provinciale del camion che fa trema’ lle case, spetterebbe de diritto a queli de Mezza Strada, tra Castiglion Fiorentino e Cortona.
Lì, ‘ndo’ c’è la chiesa che stringe la via, de fronte c’è ‘na casa che parecchie volte viene sfiorata dai camion; anzi, par che più d’una volta ‘l camion ce sia entro drento senza mezzi termini!

Ma le case tremano ‘n tutti i posti ‘n do’ c’è ‘n dirizzone e sotto l’argilla. In via Giotto, in città, trema ‘gni cosa ogni volta che passa un autobus…

CONDIVIDI
PrecedenteTutto a posto
Successivo“Guardi, il ditino esce leggermente dalla suola; se vuole abbiamo anche il mezzo numero…”
Pietro Aretino
« Qui giace l'Aretin, poeta Tosco, che d'ognun disse mal, fuorché di Cristo, scusandosi col dir: "Non lo conosco"! » (Ironica epigrafe indirizzata all'Aretino da Paolo Giovio[1]) È conosciuto principalmente per alcuni suoi scritti dal contenuto considerato quanto mai licenzioso (almeno per l'epoca), fra cui i conosciutissimi Sonetti lussuriosi. Scrisse anche i Dubbi amorosi e opere di contenuto religioso, tese a farlo apprezzare nell'ambiente cardinalizio che a lungo frequentò.

LASCIA UNA RISPOSTA