Arezzo Dorata – A Guido Monaco d’Arezzo

L’ Ortica ha anche dei lettori di livello alto, pubblichiamo volentieri una poesia che abbiamo ricevuto.

Il fiume Clanis (Chiana)

che di grano imbalsamato

o farro dal seme monospèrmo,

zigzagando, tramandato e prisco

tuttora di inverosimile prestigio

la Val di Chiana prospera,

che prenota agli occhi

una cartolina pennellata

e con stupore, che persino

infinità, ritarda nella nebbia.

Micrologus canta all’unìsono.

Incontra luoghi, particelle,

e poi, Organum che impasta voci

in una sottigliezza

che sa di filo e di lana: disvelati sgoccioli

che si trastullano nell’atmosfera,

che in Piazza Grande si propalano

nell’aria.

FABIO STRINATI

LASCIA UNA RISPOSTA