Con il cambio di nome dei Vigili Urbani saremo tutti più sicuri

Vuoi mettere avere una Polizia Locale invece di quella Municipale?
Da oggi Arezzo avrà la prima e ne potrà andare fiera.
La Polizia Municipale era quella del Comune di Arezzo, mentre la attuale Polizia Locale è quella del territorio del Comune di Arezzo.
La differenza è evidente.
L’idea è quella di muovere verso un’americanizzazione delle polizie e il sogno è di arrivare, un giorno, ad avere un APD (Arezzo Police Department) sul quale basare una serie di telefilm.

La Polizia Locale non risponde forse più al comune o non dipende da quello?
Macché, dipende sempre dall’amministrazione comunale, ma è Locale, non Municipale.

Ho provato a spiegare ai frequentatori del Bar di Piazza (Giotto) quale fosse la differenza “forte” fra le due denominazioni, ma mi hanno risposto che lì c’è bisogno della presenza di vigili che limitino il fenomeno diffuso dell’accattonaggio e scoraggino pratiche inaccettabili, come quella di lavarsi alla fontana di piazza o defecare lì vicino.

Dicono che se non ne vedranno più spesso in piazza Giotto non sapranno che farsene della Polizia Locale al posto di quella Municipale.
Anzi, di più, pensano che il comune dovrebbe occuparsi di altre cose, anziché di cambiare nome alla Polizia Municipale.

CONDIVIDI
PrecedenteSembra ieri: 14 giugno
SuccessivoL’arrivo della squadra giamaicana per la coppa del mondo
Pietro Aretino
« Qui giace l'Aretin, poeta Tosco, che d'ognun disse mal, fuorché di Cristo, scusandosi col dir: "Non lo conosco"! » (Ironica epigrafe indirizzata all'Aretino da Paolo Giovio[1]) È conosciuto principalmente per alcuni suoi scritti dal contenuto considerato quanto mai licenzioso (almeno per l'epoca), fra cui i conosciutissimi Sonetti lussuriosi. Scrisse anche i Dubbi amorosi e opere di contenuto religioso, tese a farlo apprezzare nell'ambiente cardinalizio che a lungo frequentò.

LASCIA UNA RISPOSTA