Arezzo è quella città che si rompe i coglioni presto

Arezzo è quella città che ai tempi di Icastica, tutti a fotografarsi sotto la cascata di libri o sotto i panni stesi. Ma è la città di Piero, aló che disonore!!! Icastica fori dai coglioni.

Arezzo è quella che sperpera quattrini per la rievocazione ‘Back in time’, ma non c’ha un euro per il museo dei collezionisti storici.

Arezzo è quella che fino a poco tempo fa si indignava con la Tanti che voleva i muri bianchi, ora addirittura giù anche i muri.

Arezzo si fa bella con i marciapiedi stile boulevard parigine, ma di Parigi che apprezza gli artisti di strada, non ha la stessa mentalità.

Arezzo è la prestigiosa fiera antiquaria, ma dù cineserie ai mercatini tirolesi nse vede l’ora de compralle!!!.

Arezzo è la città di Guido, teorico della musica, sti dù ciabattoni d’Arezzo Wave fori dai coglioni!!!.

Arezzo è onorata e si addobba per il giro d’Italia, ma tutti a botecare “O che chiudono tutte le strade, o noi come s’ha fare???”.

Sempre fiera Arretium, cinta dalle mura e chiusa nelle proprie tradizioni, ma dù Bretzel, aló, facciamoli entrare che se mangiano sempre volentieri.

Arezzo grida “S’arvole la Chimera!!!”, ma probabile che dopo un po’ ve verrebbe sui coglioni pure quella…

LASCIA UNA RISPOSTA