I bracchi ed il brocco ad Arezzo

Oggi ad Arezzo c’è l’expò del bracco.
Circa duecento cani da tutto il mondo invaderanno il Prato per una mondiale di razza canina.
Il bracco si sa è un robusto ed equilibrato compagno di casa: buffo, affettuoso ed intelligente, affidabile coi bambini, al limite un po’ goffo e senz’altro dinoccolato finché cucciolo.
Ha doti uniche sia nell’aspetto che nel comportamento: ha portamento molto fiero, sia quando lavora che quando è a riposo e un carattere gioviale espansivo e mai timido o ombroso.
Purtroppo domani sera arriverà ad Arezzo alla festa dell’unità (?) anche un “brocco”, portamento altezzoso, arrogante, non affidabile coi compagni di partito, al limite molto goffo nel cercare di imitare Vanna Marchi, carattere ombroso e vendicativo, capace di spaccare un partito, di allearsi con la destra e di dire spregiudicatamente “stai sereno” che poi ti fotto, lascio la politica (ma poi dove cazzo vado?).
Per fortuna che domani è prevista una alluvione tanto per ricordare al fiorentino che “stai sereno” lo può dire agli allocchi e che con il suo libro (era la sua unica sua fonte di guadagno?) rischia di fare barchette nei sottopassi aretini.

CONDIVIDI
PrecedenteDomani temporali su Arezzo: allerta meteo e allerta Renzi
SuccessivoAl raduno mondiale del Bracco Italiano
Luciano Petrai
Di professione “curioso”, ha attraversato negli anni ’80 le speranze ecologiste collaborando attivamente con gli Amici della Terra – Italia. Ha cavalcato le delusioni politiche e sociali attraverso una buona dose di auto-ironia e di sarcasmo. Attualmente fa parte della redazione del periodico “Essere” ed esprime note e lazzi in una frequentata pagina facebook ( che usa soprattutto per cuccare). Ed ora l’esperienza ne “L’ortica” per continuare a pungere divertendosi.

LASCIA UNA RISPOSTA