Fine settimana al Cinema Eden, ai Festival: Musicale Savinese e delle Musiche

Da Trastevere alla campagna inglese, due storie tra ricerca del passato e speranza nel futuro
Una commedia e un dramma nel fine settimana cinematografico aretino
Fine settimana al Cinema Eden che resterà aperto per tutto il mese di agosto proponendo l’incontro tra cinema e stelle.
Da venerdì 4 a domenica 6 agosto proiezione di due pellicole campioni d’incassi: “Tutto quello che vuoi” di Francesco Bruni (venerdì e sabato ore21:30, Arena Eden) e “Lady Macbeth” di William Oldroyd (venerdì, sabato e domenica ore 20:30, Piccolo Eden).

La commedia di Bruni racconta la storia di Alessandro, giovane scapestrato di Trastevere che passa le giornate al bar e Giorgio, un ottantacinquenne elegante con un passato da poeta e problemi di memoria che lo portano sempre di più a sentirsi smarrito.
I due, così diversi tra loro, pur vivendo a pochi metri non si sono mai incontrati fino al giorno in cui Alessandro accetta di fare da accompagnatore nelle passeggiate a questo signore così misterioso.
In questa cornice romana i due impareranno a conoscersi facendo tornare alla luce alcuni ricordi grazie alla poesia e all’aiuto del giovane.
Il film, vincitore di 3 Nastri d’Argento, nasce dalle vicende personali del regista con un padre colpito da Alzheimer. Il cast è composto da Giuliano Montaldo, Andrea Carpenzano e Arturo Bruni.

lady-macbethLady Macbeth è un film britannico ispirato al racconto di Nicolaj Leskov “Lady Macbeth del Distretto di Mcesk”. Il regista Oldroyd narra le vicende di Katherine una giovane donna che vive reclusa in un palazzo delle campagne del nord dell’Inghilterra.
Venduta dal padre a un marito che la ignora e tormentata da un suocero che vuole a tutti i costi un erede, la giovane inizia una relazione con uno stalliere privo di scrupoli, per difendere la sua voglia di libertà Katherine si trasformerà da vittima a spietata carnefice.
La pellicola, uscita nelle sale italiane a giugno, ha nel cast Florence Pugh, Cosmo Jarvis e Paul Hilton.
Informazioni presso Officine della Cultura – via Trasimeno, 16 – 0575 27961; Cinema Eden – via Guadagnoli, 2 – 0575 353364 – www.officinedellacultura.org.

Il Festival Musicale Savinese si prepara agli ultimi giorni di saggi e all’incontro del pubblico con l’Ensemble Ouvert del Festival, il gruppo che ogni anno riunisce i docenti dei Corsi d’Interpretazione Musicale in una formazione unica per stile, carattere e virtuosismo, vero e proprio omaggio dei maestri del Festival a un territorio ospitale e riconoscente.

festival-musicale-savineseSabato 5 agosto alle ore 21:15 saliranno sul palcoscenico naturale del Chiostro di Palazzo di Monte, a Monte San Savino, Alessandro Perpich (violino), Carlo Failli (clarinetto), Marco Dalsass (violoncello), Paola Rubini (viola), Pierluigi Camicia (pianoforte), Samuele Amidei (pianoforte) e Eliana Di Candia (violino) in un dialogo in musica con il romanticismo e il folklore dei grandi compositori della musica classica.

Il programma del concerto prevede: Gustav Mahler Adagietto dalla Sinfonia N. 5 (trascrizione per quartetto d’archi e pianoforte di Samuele Amidei) – Il componimento venne eseguito la prima volta a Colonia nel 1904 e rappresenta la maturità dell’artista, nominato Direttore dell’Opera di Vienna a 40 anni.

Composta in tre parti, la “Quinta Sinfonia” riflette la paura della morte e l’angoscia dell’autore ma si nota anche un ritmo popolare tipico del Valzer viennese; Johannes Brahms Quintetto in Si minore per clarinetto e archi Op. 115 – Eseguita a Vienna nel 1892, la composizione fa parte delle opere di musica strumentale e da camera dell’autore, campo in cui ha avuto più successo. Vi ritroviamo emozione, armonia, tristezza, nostalgia ma anche rapsodia per poi nel finale tornare all’emozione in una sorta di congedo del musicista; Antonin Dvoràk Quintetto per pianoforte n. 2 in La maggiore Op. 81 – Scritta in due mesi, quest’opera di Dvoràk è l’unione di più elementi romantici, in particolare brahmsiani e popolari. Influenzato dalla nascita da Goethe, Herder e i Fratelli Grimm l’autore si interessò alla comunicazione del canto popolare finendo per giungere ad un’utopia totale. Tematiche che ritroviamo nella composizione.

Ingresso 10 euro, ridotto 8 euro.
Info Festival: Officine della Cultura 0575 27961 – 338 8431111.
Tutti gli appuntamenti sono su: www.officinedellacultura.org, www.festivaldellemusiche.it, www.festivalmusicalesavinese.net.

Festival delle Musiche saluta il suo pubblico con l’ultimo doppio invito in Val di Chiana a cura di Officine della Cultura valorizzando in musica gli scrigni culturali del territorio con collaborazioni preziose e artisti internazionali.
Sabato 5 agosto appuntamento in piazza Alcide Lazzeri a Civitella in Val di Chiana per il concerto tra vicoli e piazze degli ArchiMossi, doppio primato di un’orchestra itinerante per archi al femminile creata da Alchimie Musicali.
L’evento è realizzato In collaborazione con Slow Food Val di Chiana nell’ambito di Calici sotto la Torre animando la degustazione di vini D.O.C. e D.O.C.G. del territorio e la possibilità di cenare in piazza con prodotti tipici e piatti locali.

Domenica 6 agosto conclusione della XXIII edizione del Festival delle Musiche a Monte San Savino, nella cornice del Festival Musicale Savinese, con la presenza di uno dei massimi interpreti dell’avanguardia musicale ebraica americana: il clarinettista David Krakauer.

DAVID-KRAKAUERDavid Krakauer, sul palco insieme a Enrico Fink (voce e flauto), Alfonso Santimone (pianoforte) e Zeno De Rossi (batteria) si esibirà in un concerto sull’onda del progetto “Hatzel”, un sogno in musica ambientato nell’Italia ebraica, nella sua memoria e tradizione con il desiderio di raccontare l’anima ebraica presente in modo spesso nascosto nella storia del nostro paese come un mondo a parte, caratterizzato da una varietà sorprendente.

L’inizio del concerto, previsto per le ore 21:15 nel Teatro all’aperto, ad ingresso gratuito, sarà preceduto dalle ore 20:00 da un’apericena nei giardini del Palazzo Comunale con assaggi di cucina ebraica “A taste of Jewish Italian food” preparata da Dream Chef di Stefano Bellini e dallo chef Jean Michel Carasso.
Costo euro 10,00.

Info Festival: Officine della Cultura 0575 27961 – 338 8431111.
Tutti gli appuntamenti sono su: www.officinedellacultura.org, www.festivaldellemusiche.it, www.festivalmusicalesavinese.net.

LASCIA UNA RISPOSTA