Arezzo tra realtà e percezione- La percezione è di essere stati presi per il culo

Avevano fatto la campagna elettorale battendo tutto su sicurezza, pulizia e rilancio del turismo.
Come dicono sarà solo percezione ma anche oggi i giornali titolano una debacle di una città in caduta libera.
Il turismo, calcolato in meno 30 per cento, in realtà sembra solo quello che proviene dagli operatori delle manifestazioni, come i vari tirolesi, celtici e i soldatini di back in time pagati lautamente dal Comune.
Sulla pulizia basta aggirarsi nei vari parchi della città, o in certe zone centrali per capire che in fondo la Roma della Raggi non è poi così male.
La sicurezza è salvaguardata il giorno da pattuglie della polizia stradale che sostano nei punti focali. Peccato che il turno scada all’ora di cena ed è da qui che iniziano le manovre di chi a cena non ci va.
I titoli dei giornali anche di questa mattina e le notizie nel corpo dei giornali locali ci fanno capire che forse per gli aretini sarà solo la percezione di un degrado della città ( un po’ come per il clima): sì ma è la percezione di essere stati presi per il culo.
Per la miseria, aridatece il Dringoli!

LASCIA UNA RISPOSTA