Congo, Arezzo, Siena, valli padane via Casa Pound

Da alcuni mesi si palesa una nuova via per il futuro prossimo e mai remoto di Arezzo!

Il vicepresidente di ArezzoCasa, tal Roggi che pare si vicino a casa Pound e che su “Fasssebucche” si farebbe chiamare “Congo”, svolge ormai un ruolo decisivo per la giunta aretina, perché “l Ghine” dice che è amico suo ed è tanto bravo.

Assieme alla domiciliata senese, che viene dal nord Italia, assessora Nisini, gestisce ormai da solo la Lega di Arezzo, che di fatto “unn’a più nissuno”, se non il consigliere Casucci, che per fortuna è sempre al giro in macchina per le valli del nord col fazzoletto verde sul capo, e la capogruppo Casi, che manco i suoi votarono alle ultime provinciali, spesso si vede nella zona del bar Smeraldo del Giotto a fare politica a modo suo.

Il patto “de ferro e politicamente non de verro, con la Nisini porta spesso a partecipare alle giunte pure “politiche” anche il Roggi chiamato a spiegare che s’ha da fare per le case popolari e per il futuro d’Arezzo.
il Roggi-Congo ha infatti da tempo aperto una battaglia con il presidente di ArezzoCasa, il sempiterno Dindalini che ce ride pure quando lo vede, ma quell’altro ch’a i suoi, due o tre, che scrivono tanto e segnalano di più perché lui sta dietro e li manda avanti… de brutto!

Pare che il Roggi, che mette i pantaloncini corti pure d’inverno e c’ha una bella coda, volesse istituire un direttore generale ad ArezzoCasa. forse per poi avere il presidente.
Ma il blitz sarebbe fallito a causa del lavoro di altri di maggioranza che del Roggi un se fidano, anche qualcuno della Lega stessa… ed il Congo-Roggi avrebbe perciò pensato, viste le simpatie del “Ghine”, di prendere in mano l’assessora di Siena e di fare il factotum politico dell’assessorato, tanto il Casucci s’è perso con la macchina nel letto del Po e la Casi è sempre lì verso lo Smeraldo a fare politica!

Difatti Roggi-Congo, visto il voto fatto nella Lega, è sempre in comune e spesso di fronte alla stanza dell’assessora a dispensare i suoi preziosi consigli, del resto non se sa che fa de lavoro e quindi de tempo ne dovrebbe avere.

Qualche volta però va alla benzina del Bardelli, detto breda amico del Congo, che da Forza Italia è passato nei nuovi “sovranisti” con il romani ed insieme dice che mettono i voti, che loro pensano di averne tanti, e mettono insieme anche i comunicati sulla stampa, sempre di alta cultura nazionale in salsa aretina!

Ma se dice che il Roggi che usa il nomignolo di Congo sia pure amico di qualche vecchio arnese dei tempi della consiliatura Lucherini, ed ora si vedrà che ne vien fuori.

Alla prossima qualcuno ci dirà chi è il suo amico del cuore, per ora c’ha da fa parecchio, pensa lui, a guidare la giunta e l’assessora, sennò chissa che combinano da soli senza de lui!

Michele

LASCIA UNA RISPOSTA