Basta con il loro sfruttamento! L’Ortica lancia la campagna “Adotta una Suora”

La Chiesa è maschilista e le suore sono al servizio dei preti.
Oltre a non poter dire messa o confessare i fedeli, vengono sfruttate in ogni servizio.
Pulire la casa del prete è ormai la norma, come effettuare le pulizie in chiesa o cucinare per i loro aguzzini. Anche nei cori, fateci caso, le suore non sono mai le soliste.
E nessuna voce si alza in loro difesa. Ma ora Basta!
L’Ortica è con le sorelle sfruttate e intende lanciare una campagna in difesa dei diritti delle suore. La loro discriminazione deve finire.

Le statistiche sono impietose, infatti secondo un sondaggio IPR (Istituto Preti Rin….i) abbiamo dieci preti grassi per una suora sovrappeso. Uno scandalo!
Anche le suore hanno il diritto di ingrassare quanto i preti.

Ecco che da queste colonne lanciamo la campagna “adotta una suora”.
Chiunque voglia aderire non deve far altro che recarsi in una parrocchia nella quale si sfruttano le suore e perorare la loro causa di fronte al prete sfruttatore.

CONDIVIDI
PrecedenteSogni d’oro
SuccessivoE’ dare il meglio in ciò che sai fare a renderti super
Pietro Aretino
« Qui giace l'Aretin, poeta Tosco, che d'ognun disse mal, fuorché di Cristo, scusandosi col dir: "Non lo conosco"! » (Ironica epigrafe indirizzata all'Aretino da Paolo Giovio[1]) È conosciuto principalmente per alcuni suoi scritti dal contenuto considerato quanto mai licenzioso (almeno per l'epoca), fra cui i conosciutissimi Sonetti lussuriosi. Scrisse anche i Dubbi amorosi e opere di contenuto religioso, tese a farlo apprezzare nell'ambiente cardinalizio che a lungo frequentò.

LASCIA UNA RISPOSTA