Il Saracino al lume di candela

Per fortuna al Saracino dalla Rai viene solo una regista: più danni che non far vedere il punteggio prima che lo annunci l’araldo non può fare.

Ma ve lo immaginate se fosse stata la Rai a trasmettere in diretta il Saracino in notturna? Quanti degli italiani davanti al video avrebbero continuato a guardarla quando su Piazza Grande è sceso il buio e la Giostra è stata interrotta.
E che figura avrebbe fatto Arezzo incapace di far funzionare l’impianto di illuminazione proprio sulla manifestazione sulla quale il Comune più punta per l’immagine della città da offrire ai turisti?.

Per fortuna la Rai non viene più in piazza Grande per la diretta.
Ma se un giorno decide di venire per una notturna, sarà meglio fare come facevano gli antichi: prima della guerra si correva di notte al lume delle torce e delle lanterne: e Donatino Gallorini, che vinceva anche allora per Porta Santo Spirito, ci vedeva benissimo.

Come ci vedeva benissimo Arturo Vannozzi quando vinse l’edizione straordinaria in onore del segretario del Partito nazionale fascista, Achille Starace.
Che se ne tornò a Roma contento di come il Podestà aveva illuminato Piazza Grande con carburanti autarchici.
Torniamo al carburo e alle candele, prima di chiamare la Rai.

LASCIA UNA RISPOSTA