Roba per ricchi

Ha iniziato quel professorone di Monti, poi quel giovane politico di Letta, poi quel fenomeno di Rignano di Renzi e infine insiste quel brav’uomo di Gentiloni.
Tasse sulla giustizia a nastro , contributi unificati per iscrivere una causa a ruolo di 800.00 euro e circa 2000,00 per un appello.
Senza contare le notule degli avvocati che tanto si pagano una volta si e dieci no.

Gli avvocati protestano da un anno a settimane intere, in particolare i penalisti.
Il governo fa finta di niente e tira avanti magari pensando che in fondo sono privilegiati.
Scioperano i giudici onorari e scioperano i Giudici di Pace.
Il Governo fa finta di niente e tira a campare, pensando sempre che anche loro sono privilegiati.

Ma come al solito il governo sbaglia.
Perché tutto, tanto per cambiare, grava sul cittadino che non ha la possibilità di fare una causa per i costi sproporzionati della Giustizia.
Il Governo fa finta di niente e tira a campare pensando che comunque sono un po’ tutti dei tonti e non si incazzano mai.

La giustizia in fondo è uguale alla sanità; è diventata per pochi, pochi e ricchi. Perché oggi, così come per il contributo unificato, è impossibile pagare il ticket che ha un costo stellare.
E così, come per la giustizia, la gente rinuncia anche a curarsi..

Quindi niente giustizia, niente sanità e avanti con i G7, G8, G9….!

LASCIA UNA RISPOSTA