Separati nella culla: Lorenzo Roggi e Hugo Reyes

Separati nella culla ma apparentati dalla realtà parallela che divide l’Agenzia ArezzoCasa, ottimamente vice presieduta da Lorenzo Roggi, dall’isola in cui naufragano – e probabilmente sono ancora lì – i passeggeri, ed equipaggio, di un aereo di linea precipitato in mezzo alla verdeggiante natura in cui si svolge Lost.
La famosa serie tv di cui Hugo “Hurley” Reyes è uno dei personaggi principali.

Parallelismo complicato da comprendere se non si conosce la realtà per certi versi equivalente tra l’agenzia regionale che da noi si occupa di gestire il patrimonio pubblico residenziale e l’avventura narrata in Lost.
Serie, la trama della quale alterna riferimenti mitologici a suggestioni tratte dalla scienza quantistica.

Aiuta a comprendere questo parallelismo la figura del personaggio Hugo “Hurley” Reyes caratterizzato da un ruolo di mediatore in seno al gruppo.

Mediazione che occorrerebbe, per dare impulso alle cose, anche nella gestione di ArezzoCasa.

Caratterizzata alla presidenza da un certo dirigismo vetero post comunista.
Dirigismo il quale , si dice, anche il PD ci starebbe a mettere da parte. Potendolo fare.
Se non fosse che incombe la figura dell’attuale vicepresidente del cda. Legato a CasaPound e lì su indicazione di Ghinelli

Cosicché, la realtà tra ArezzoCasa e Lost finisce per assumere quel tanto di parallelo consistente nel dire:

come sulla verdeggiante isola della serie televisiva il gruppo di personaggi sono sempre lì e restano lì costretti a confrontarsi come in una guerra di silenzioso logoramento, anche ad ArezzoCasa le cose stanno sempre allo stesso punto di confronto logorante.

In Lost, i personaggi li aspettano a casa i loro cari.
Nuove case popolari e, intanto, una migliore e maggiore manutenzione dell’esistente, è ciò che aspettano tante persone nell’Aretino.

Separati nella culla: Lucia De Robertis e Mafalda

LASCIA UNA RISPOSTA