I settant’anni di Elton John

E’ dal 1970 che Elton è diventato Elton; da quando arrivò in America al secondo album, intitolato con il suo nome e cognome d’arte. Da allora ci ha accompagnati con la sua simpatica follia. Oggi dice che la cosa più importante per lui è essere padre.

Al di là dei lustrini, dell’essere gay dichiarato, di aver fatto della lotta all’AIDS una parte importante della sua vita, Elton John è stato un grande cantautore capace di sfornare hit quando ha voluto e per cinquant’anni.

Copia pop esteticamente malriuscita di David Bowie, Elton è un irregolare regolarizzato a furor di popolo. Le sue melodie pop rock le abbiamo eternamentedentro di noi e ogni volta che le ascoltiamo ci catturano ancora. Oggi è un riccone sfondato ed esagerato che si è dato una calmata per via della paternità. Sembra quasi una persona normale, nel suo nuovo look da impiegato.

Auguri vecchio folletto miope; sei la dimostrazione vivente che l’intelligenza e il talento possono fare la differenza, anche per chi vive fuori dagli schemi.

Eccolo qui con la coetanea Kiki Dee

CONDIVIDI
PrecedenteSui circhi il Consiglio Comunale di Arezzo non ha la memoria degli elefanti
SuccessivoRimedio efficace contro la stitichezza
Pietro Aretino
« Qui giace l'Aretin, poeta Tosco, che d'ognun disse mal, fuorché di Cristo, scusandosi col dir: "Non lo conosco"! » (Ironica epigrafe indirizzata all'Aretino da Paolo Giovio[1]) È conosciuto principalmente per alcuni suoi scritti dal contenuto considerato quanto mai licenzioso (almeno per l'epoca), fra cui i conosciutissimi Sonetti lussuriosi. Scrisse anche i Dubbi amorosi e opere di contenuto religioso, tese a farlo apprezzare nell'ambiente cardinalizio che a lungo frequentò.

LASCIA UNA RISPOSTA