Ad Arezzo i bidoni della spazzatura sono sul letto dei fiumi, come gli aironi…

bidoneSi sa, noi aretini siamo speciali. Siamo capaci di distinguerci anche per qualità civica e senso della collettività… Ieri, passando accanto al torrente Castro, lungo via dell’Acropoli, ho notato che oltre a un airone cenerino, il letto del torrente ospitava un bidone per la spazzatura rovesciato. Un avvistamento certo non comune che ha attratto la mia attenzione. Purtroppo non avevo con me una macchina fotografica efficiente, altrimenti l’avrei potuto fotografare in tutto il suo splendore.

Sono comunque riuscito a documentare la sua presenza, che testimonia di come certi comportamenti non si verificano soltanto nell’hinterland napoletano o nella periferia romana, come comunemente si crede.

Alcuni abitanti della zona si sono lamentati della scomodità di andare a portare la spazzatura sul letto del fiume, specialmente nel tardo pomeriggio, ora che le giornate si sono notevolmente accorciate…

 

CONDIVIDI
PrecedenteEspaña olé!
SuccessivoOPOCSORO
Pietro Aretino
« Qui giace l'Aretin, poeta Tosco, che d'ognun disse mal, fuorché di Cristo, scusandosi col dir: "Non lo conosco"! » (Ironica epigrafe indirizzata all'Aretino da Paolo Giovio[1]) È conosciuto principalmente per alcuni suoi scritti dal contenuto considerato quanto mai licenzioso (almeno per l'epoca), fra cui i conosciutissimi Sonetti lussuriosi. Scrisse anche i Dubbi amorosi e opere di contenuto religioso, tese a farlo apprezzare nell'ambiente cardinalizio che a lungo frequentò.

LASCIA UNA RISPOSTA